Power Quality e Custom Power: dispositivo per l’interfacciamento tra autoproduttori e rete pubblica  

Le condizioni di funzionamento degli impianti di autoproduzione industriali risultano essere tanto migliori quanto più rapidamente il collegamento con la rete pubblica viene interrotto all’insorgere di funzionamenti anomali nel sistema elettrico. Oggetto della ricerca è quello di accertare come si possa migliorare l’esercizio di tali impianti industriali facendo ricorso a dispositivi di disaccoppiamento ad intervento ultrarapido, opportunamente controllati da apposite Reti Neurali, con l’intento di rendere immuni tali impianti dagli effetti dei buchi di tensione e dei transitori. Una Rete Neurale consiste di algoritmi che possono essere addestrati a riconoscere e predire differenti stati di un generico sistema attraverso il controllo delle più appropriate variabili del sistema. L’uso di tali procedure consente pertanto di ridurre drasticamente il tempo di intervento del dispositivo di interfaccia. Nello specifico, partendo dai risultati ottenuti negli anni passati attraverso simulazioni numeriche e l’allestimento dei primi modelli in scala ridotta di tensione e di corrente, è in fase di allestimento un prototipo del dispositivo di protezione proposto in grado di funzionare in un modello in BT dell’impianto elettrico studiato, implementando la logica di controllo all’interno di un DSP. Si stanno inoltre studiando le problematiche relative alla messa in opera di un prototipo funzionante direttamente in MT, valutando i limiti dei dispositivi elettronici che costituiranno l’interruttore statico e le caratteristiche che dovranno possedere gli strumenti di misura per consentire il corretto funzionamento del circuito di controllo.

Questa ricerca è finanziata nell’ambito di un contratto di ricerca tra il CONSORZIO 21 (Parco Scientifico e Tecnologico della Sardegna) e il DIEE.

 

Sistemi Elettrici per l’Energia

Attività di Ricerca