Consiglio di Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica

Verbale n.46 Riunione del 6 luglio 1998

 

Risultano presenti i seguenti componenti del Consiglio: Vernazza, Locci, Martines, Massidda, Mazzarella, Pala, Sanna, Usai Giampaolo, Vanzi, Vernier, Cincotti, Damiano, Fanni, Giusto, Raffo, Rodriguez, Usai E., Bonfiglio, DeNatale, Gatto, Roli, Aresu, Carta, Vaccargiu.
 

Risulta presente il seguente personale afferente ad altri CCL: Marchesi, Seatzu, Usai Giuseppina, Serri, Muscas, Pilo.

Sono assenti giustificati i seguenti componenti del Consiglio: Bartolini, Marchesoni, Marongiu, Arca, Caredda, Mura.
 
 

Risulta assente giustificato il seguente personale afferente ad altri CCL: Muntoni, Vitulano, Caputo, Spano.

Risultano assenti i seguenti componenti del Consiglio: Armano, Usai M., Fanti, Melis.

 
 

Ordine del giorno
 
 

1 - Ratifica verbale della seduta precedente (19.06.1998)

2 - Comunicazioni

3 - Commissione scuola di specializzazione docenti scuole medie superiori (elettronica-informatica)

4 - Manifesto 1998-99 con ipotesi di attivazione nuovo corso di diploma in ingegneria elettronica

5 - Varie ed eventuali

 

Verbale della riunione

Constatato il numero legale alle 17.20 si apre la riunione, Presidente Vernazza e Segretario Mazzarella coadiuvato nella verbalizzazione da Cincotti.

 

 

1 - Ratifica verbale della seduta precedente (19.06.1998)

Rettifica riguardo l’allegato 2.

Alla pagina 2.3 alla voce indirizzi occorre aggiungere "Controlli Automatici".

Alla pagina 2.4 alla voce "Analisi dei sistemi" occorre sostituire la specifica <<II semestre>> con <<annuale>>.

Il verbale viene approvato all’unanimità dopo tale rettifica.

 

 

2 - Comunicazioni

Il Presidente elenca le seguenti comunicazioni (disponibili per consultazione presso la presidenza del CCL):

- Nomina nuovi rappresentanti degli studenti in seno al CCL, (Univ. di Cagliari, Rettorato, prot. dir. 119 del 30.6.1998).

- Esami di Laurea sessione 22.7.1998

- Completamento da parte degli studenti Racis A., Castori M., Orrù S. dei servizi in qualità di tutori non esperti per il corso di laurea in ingegneria elettronica

- Convocazione CCL ingegneria elettrica il 7.7.1998

- Bando conferimento affidamenti e supplenze - a.a. 1998-99 (Rettorato, 3207 del 30.6.1998)

 

 

3 - Commissione scuola di specializzazione docenti scuole medie superiori (elettronica-informatica)

Il Presidente ricorda che è stata istituita una commissione formata da Sanna e Armano. Sanna relaziona sull’attività svolta informando che il 7.7.98 si terrà una riunione di coordinamento per valutare e definire l’attivazione di tali scuole, anche sulla base delle delibere della CRUI. Informa inoltre che per quanto concerne ingegneria industriale l’istituzione delle scuole dipende dal numero di domande che verranno presentate al MURST. Allo stato attuale, circa 30 candidati hanno espresso interesse per i settori dell’area di ingegneria industriale. In relazione alla riunione che deve ancora tenersi, il Consiglio rinvia il punto alla successiva riunione.

 

Su proposta del Presidente, tenuto conto dell’importanza del punto 04 all’ordine del giorno, il Consiglio approva la discussione anticipata il punto 05-Varie ed eventuali

 
 

5 - Varie ed eventuali

In base alla nomina delle nuove rappresentanze studentesche in seno al CCL, così come da relativa comunicazione, si rende necessario provvedere alla nomina della commissione paritetica docenti-studenti per la ripartizione delle tasse degli studenti. A seguito di discussione, in Consiglio nomina componenti della commissione Sanna S., Vernier S., Vaccargiu M., Aresu A.

Il giorno 24.7 p.v. si terra` una sessione di laurea. Viene nominata la seguente commissione: Damiano, Giusto, Martinez, Mazzarella, Raffo, Rodriguez, Serri, Giuseppina Usai, Vanzi, Vernazza, Vernier.

lo studente Marcantonio Gagliardi, attualmente all'università di Braunschweig nell'ambito del programma socrates, ha chiesto la modifica del proprio piano di studi. Giusto illustra le variazioni, già discusse con il Locci. Il Consiglio approva la variazione del piano di studi, che prevede Elektrische Messtechnik (4 crediti ECTS) e Allgemeine Messtechnik (6 crediti ECTS)in sostituzione dell'esame di misure elettriche.

Vengono presentati i learning agreement per gli studenti Socrates. I tutori illustrano i contenuti dei piani di studio. Il Consiglio approva le proposte degli studenti (All.1):

Pazzola Emanuela, Univ. di Oviedo, (tutore Sanna)

Cocco Mauro, Univ. del Lancashire, (tutore Sanna)

Sanna informa il CCL che la studentessa Orrù è rientrata presso l’università di Cagliari al termine del periodo di studio presso l’università del Lancashire nell’ambito del programma Socrates. Informa che il CCL dovrà deliberare sull’esperienza della studentessa, sugli esami e relativi voti e sui crediti. Il punto è rimandato alla prossima convocazione del CCL.

Il Presidente illustra la proposta di una convenzione per stage presso la Pirelli Cavi S.p.A. di Milano presentata da Vanzi (All.2). Il Presidente comunica che è in corso di predisposizione una convenzione per ricerca e stage tra il Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica e la Alenia-Aerospazio. Il Consiglio esprime parere favorevole per gli aspetti didattici di entrambe le iniziative. Per quanto concerne gli aspetti economici (coperture assicurative), tali temi non possono essere deliberati in quanto di competenza di altri organi d’ateneo.

 
 
 

4 - Manifesto 1998-99 con ipotesi di attivazione nuovo corso di diploma in ingegneria elettronica

Il Presidente comunica che, come da mandato ricevuto nell’ultimo CCL (19.5.1998), la commissione formata da Mazzarella, Giusto e Raffo ha preparato una proposta di manifesto per l’a.a. 1998-99 che prevedesse una versione innovativa del corso di laurea con istituzione del diploma in ingegneria elettronica in serie "secca". Il Presidente ringrazia la commissione per il lavoro svolto e segnala la necessità per il Consiglio di deliberare sull’attivazione già a partire dall’a.a. 1998-99 del diploma con conseguente modifica della struttura del corso di laurea. A tal fine ricorda che dovrebbe essere attivato in Facoltà un diploma in ingegneria delle strutture, che il CCL in ingegneria meccanica ha espresso parere favorevole all’attivazione della serie "secca" a partire dall’a.a. 1998-99 e che il CCL in ingegneria elettrica delibererà il 7.7 p.v. su questo stesso punto. A livello nazionale i politecnici di Milano e Torino manterranno il parallelo diploma/laurea per ragioni logistiche, mentre Pisa e Genova partiranno con il primo anno in parallelo. Viene aperta la discussione. Marchesi in qualità di Presidente del CCL in ing. elettrica ricorda che anche in tale sede è stata data l’opzione per la serie secca e che tale attivazione sarà al più procrastinabile di un anno. Su tale punto il CCL di ing. elettrica delibererà il 7.7 p.v. anche sulla base delle scelte fatte dagli altri CCL di ing. industriale (meccanica e chimica). Vernier esprime parere contrario all’attivazione già dall’a.a. 1998-99 della serie diploma-laurea perché necessiterebbe di una più attenta valutazione dei contenuti dei corsi, impossibile in un lasso di tempo così limitato. Inoltre, ricorda che nell’a.a. 1997-98 è stata istituita la semestralizzazione dei corsi e che il transitorio non è stato ancora assorbito dagli studenti. Seatzu ricorda le decisioni già assunte dal CCL e pone l’accento sulla necessità di definire i corsi ed i loro contenuti. A tal fine invita e docenti dei corsi del triennio a segnalare quali contenuti fisici e matematici siano di base ai rispettivi insegnamenti. Ritiene inoltre che un valido servizio agli studenti debba puntare sulla qualità della formazione e non solo sulla quantità del formato. Sulla base di questi punti suggerisce di rimandare l’attivazione all’a.a. 1999-2000. Mazzarella sottolinea che l’unico motivo per non partire risulta in un lasso di tempo maggiore per decidere le modifiche. Fa altresì notare che il primo anno attuale è quasi identico a quello proposto dalla commissione e comunque a quello necessario per rispettare il mandato del CCL. Ritiene quindi che potrebbe valere la pena partire sin dall’a.a. 1998-99. Giampaolo Usai segnala come l’attuale situazione sia un chiaro indice di un mancato coordinamento tra i CCL della Facoltà. Ritiene valida la proposta della commissione, ma ribadisce che un mancato coordinamento potrebbe portare ad una elevata eterogeneità nella formazione degli studenti che seguono insegnamenti comuni a diversi corsi di laurea. E. Usai ritiene che oltre che sui contenuti occorre rivolgersi anche alle condizioni strutturali legate alle aule ed al numero di studenti per docente. Raffo ritiene che l’istituzione del diploma non andrà ad influire sulle difficoltà strutturali e che l’obiettivo della proposta della commissione rispondeva ai dettami del Consiglio di privilegiare la figura del laureato. Vanzi concorda con Raffo e Mazzarella e ritiene che la struttura proposta per il primo anno consenta da subito di affrontare il transitorio.

Il Presidente sintetizza i punti della discussione. Il Consiglio deve deliberare sull’attivazione del diploma più laurea in serie secca a partire dall’a.a. 1998-99 oppure 1999-2000. Per l’a.a. 1998-99 si pongono problemi di coordinamento e contenuti dei corsi, ma la presenza di un primo anno molto simile dovrebbe consentire un transitorio gestibile. Come docente esprime perplessità per una attivazione immediata e ritiene utile un lasso di tempo maggiore per meglio coordinare ed inquadrare i contenuti. Aresu chiede delucidazioni sul transitorio per gli studenti attualmente in corso. Il Presidente e Marchesi sottolineano che tale punto è il tema più complesso anche in conseguenza dei differenti vincoli giuridici cui sono soggetti laurea e diploma. Sanna concorda con Seatzu e ritiene che l’attivazione nell’a.a. 1999-2000 potrebbe consentire anche un maggior legame con le esigenze del territorio. Giusto e Vaccargiu esprimono parere favorevole a partire sin dall’a.a. 1998-99. Marchesi pone l’accento su alcuni requisiti essenziali quali prova attitudinale non vincolante, tutorato, riduzione degli studenti per classe e riduzione dei programmi dei corsi. A titolo personale sostiene la necessità di partire subito e, nel caso in cui ciò non sia possibile, di prendere comunque atto che tale innovazione avrà luogo e che quindi sarebbe opportuno dare un segnale in tale senso. Massidda ritiene essenziale un maggior coordinamento. Carta sostiene che un ridotto lasso di tempo potrebbe risultare in un difficile adattamento dei programmi al nuovo impianto del corso di laurea.

Il Presidente pone in votazione l’attivazione del corso di diploma in ingegneria elettronica a partire dall’a.a. 1998-99. A maggioranza il Consiglio respinge la proposta e delibera per l’attivazione a partire dall’a.a. 1999-2000. Il presidente propone l’istituzione di una commissione che valuti la ristrutturazione dei corsi. Suggerisce una composizione che bilanci biennio e triennio. Il Consiglio nomina componenti della commissione Seatzu S., Massidda, Vanzi, E. Usai. Il Presidenti invita i rappresentati dei diversi settori a far pervenire alla commissione un documento in cui siano illustrate le tematiche sviluppate nei corsi ed i requisiti fisico-matematico-ingegneristici richiesti. Su proposta del Presidente il consiglio approva l’organizzare dell’annuale incontro di presentazione del corso di laurea con gli studenti nel mese di settembre.

 

 

Si decide di convocare il prossimo C.C.L. per il giorno 21.9 alle ore 17:00. Non essendovi altro da discutere, il Presidente chiude la riunione alle ore 19:30.

 

 

Il Presidente del C.C.L. Il Segretario

(Prof. Gianni Vernazza) Prof. Giuseppe Mazzarella)