Consiglio di Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica

Verbale n° 43. Riunione del 14 maggio 1998

 

Personale afferente ai fini del numero legale:

 

Presenti:

Bartolini G., Marongiu I., Vernazza G., Martines G., Mazzarella G., Pala M.M., Sanna S., Usai Gp., Vanzi M., Armano G.,Caredda C., Damiano A., Giusto D., Raffo L., Roli F., M. Usai, .

 

Rappresentanti degli studenti:

Melis, Milia, Vaccargiu.

Giustificati :

Marchesoni M., Locci N., Cincotti S., Rodriguez G., Bonfiglio A., De Natale F., Gatto G, Usai E., Vernier S..

Assenti:

Arca G., Massidda S., Fanni A.,Mura A.A..

Rappresentanti degli studenti:

Didaci, Orrù, Pitzianti, Sirca, Tocco.

 

Personale afferente ad altri CCL:

 

Presenti:

Marchesi M., Seatzu S., Usai Gs., Serri A. , Pilo F.

 

Giustificati :

Muntoni C.,

 

Assenti:

Atzei D. , Bertolino F., Salimbeni D., Sitzia C., Vitulano S., Caputo G., Giua A., Spano P., Muscas C.

 

Ordine del Giorno

 

  1. Ratifica del verbale della seduta precedente (N° 42 del giorno 6 aprile 1998)
  2. Comunicazioni
  3. Pratiche studenti
  4. Questionario valutazione didattica (approvazione)
  5. Brochure per Erasmus (approvazione)
  6. Situazione iniziativa autonomia didattica
  7. Fondi tasse studenti
  8. Manifesto 98/99
  9. Varie ed Eventuali
  10. Piani attività didattica ricercatori/docenti

Verbale della riunione

 

Constatata la presenza del numero legale alle 17.30 si apre la riunione. Presiede prof. Vernazza, svolge le mansioni di segretario prof. Mazzarella, coadiuvato nella verbalizzazione dall’ing. Damiano.

 

PUNTO 1 - Ratifica del verbale della seduta precedente (n° 42, 06/04/1998)

 

Il verbale N° 42 della riunione svoltasi il giorno 6 aprile 1998 è ratificato all’unanimità.

PUNTO 2 - Comunicazioni

 

Il Presidente comunica al Consiglio quanto segue :

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Terminate le comunicazioni il Presidente propone di anticipare e di analizzare congiuntamente il punto 6 ed il punto 8.

Il Consiglio approva all’unanimità

 

PUNTO 6-8- Situazione iniziativa autonomia didattica -Manifesto 98/99

 

 

Il Presidente propone di affrontare il problema del Manifesto 98/99 seguendo due linee operative parallele.

La prima, tradizionale, che condurrà alla definizione del manifesto degli studi per il prossimo anno accademico, tenendo conto della richiesta da parte del gruppo informatica dell’attivazione di un nuovo orientamento in informatica all’interno del Corso di laurea in Ingegneria Elettronica e delle problematiche didattiche associate alla semestralizzazione e alla presa di servizio dei neo professori associati. (All. 1)

La seconda, affronterà le problematiche associate alla definizione di un nuovo Manifesto, tenendo conto delle nuove indicazioni provenienti dalla relazione Martinotti nell’ambito dell’autonomia universitaria. In particolare considererà il titolo di Diploma intermedio in Ingegneria Elettronica.

 

Il Presidente informa il Consiglio di una sua recente indagine svolta presso alcune delle maggiori università italiane relativamente alle tendenze operative nello schema 3+2 (con eventuale 3° anno differenziato tra laurea e diploma). Da questa si evince la forte propensione a recepire in pieno le indicazione provenienti dal MURST.

La struttura che appare raccogliere i più ampi consensi è quella di realizzare un corso di studi così articolato:

tre anni associati al diploma con differenziazione al terzo rispetto alla laurea;

due anni ulteriori per il conseguimento della laurea.

Il Presidente pone in evidenza l’opportunità di procedere secondo tale via tenendo conto delle problematiche economiche che un mancato adeguamento alle indicazioni del MURST comporterebbe.

A tal punto si apre la discussione.

 

Il prof. Marchesi pone in evidenza la forte spinta esercitata da tutti i soggetti accademici verso l’attuazione in tempi brevi del 3+2. Informa il Consiglio di un sondaggio da lui effettuato presso i Presidenti degli altri CCS di ingegneria industriale della Facoltà di Ingegneria di Cagliari che conferma la tendenza ad adeguarsi alla nuova proposta. Ciò appare inoltre dettato dalla notizia di un probabile mancato finanziamento nel prossimo anno dei corsi di diploma se questi non venissero inseriti nella struttura 3+2. Il prof. Marchesi propone di attendere un anno per poter valutare le scelte adottate a livello nazionale che consentirebbero di effettuare delle scelte collaudate ed uniformi. Propone di analizzare dettagliatamente la relazione Martinotti per modificare i programmi dei corsi, in previsione della pubblicazione del decreto legge con cui si darà attuazione alla struttura 3+2.

Pone in evidenza le problematiche operative e organizzative che l’attuazione immediata dello schema 3+2 comporterebbe, evidenziando le sue perplessità sulla adeguatezza delle strutture locali.

Il prof. Marchesi indica nella prossima Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (C.R.U.I.).

l’unico organo universitario che possa fornire, prima della pubblicazione del decreto, indicazioni utili.

 

Prende la parola prof. Seatzu il quale illustra la trasformazione radicale a cui sarà sottoposta l’Università quando tale ordinamento verrà attuato, ed evidenzia come i Politecnici abbiano già espresso parere negativo alla proposta del 3+2. Propone di valutare i contenuti dei corsi in funzione del prodotto umano che verrà richiesto e delle figure professionali da produrre, di istituire una prova di ammissione, di strutturare la 3+2 inserendola in un contesto più ampio di preparazione universitaria che tenga conto anche del master e del dottorato di ricerca. In conclusione il prof. Seatzu propone di attendere un anno per valutare se sia più o meno conveniente modificare l’attuale struttura del Manifesto degli Studi.

 

Interviene Gp. Usai per chiedere se sia possibile che vi siano insegnamenti comuni su corsi di laurea che adottano diversi Manifesti di Studio o se si debba eseguire una azione di coordinamento.

Il Presidente evidenzia che nell’ambito della autonomia universitaria è possibile che insegnamenti comuni siano su corsi di laurea che adottano diversi Manifesti di Studio, pur auspicando una azione di coordinamento.

 

Prende la parola prof. Vanzi, che evidenzia come il decreto verrà pubblicato presumibilmente a giugno e che quindi vi è un margine di tempo che consente di individuare la maggior parte dei problemi, in maniera tale che questi vengano presentati alla prossima Conferenza dei Rettori. Quest’ultima dovrebbe esercitare le opportune influenze sul Ministro per poter correggere le eventuali anomalie.

 

Interviene il Presidente per ribadire i risultati di una sua personale indagine condotta tra i Presidenti dei CCS di ingegneria elettronica dei più noti Atenei italiani che mostrano come, a parte i politecnici, la maggior parte delle università si stia adeguando alle direttive del MURST.

Per quanto concerne i politecnici pone in risalto come essi presentino già una struttura periferica decentrata che supporta i diplomi.

 

Il Presidente, vista l’ampia ed articolata discussione, propone al Consiglio di nominare due Commissioni. La prima che esamini le problematiche relative al Manifesto degli Studi del prossimo anno procedendo nella maniera tradizionale e una seconda che raccolga anche le informazioni presso le altre università relativamente alla proposta 3+2 .

 

Dopo ampia ed approfondita discussione il CCS nomina le due Commissioni:

 

1a Commissione : Roli F., Martines G., Pala M.M.,

 

2a Commisione : Mazzarella G., Giusto D., Raffo L..

 

Le informazioni raccolte dalla 2a Commissione dovranno essere portate all’attenzione del Consiglio nella prossima riunione.

 

Interviene l’ing. Roli per proporre l’attivazione del nuovo orientamento in informatica nell’ambito del Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica.

La documentazione presentata dall’ing. Roli viene allegata e trasmessa alla 1a Commissione. (All.1)

 

PUNTO 3- Pratiche studenti

 

L’ing. Giusto espone il risultato della valutazione della Commissione per il programma di scambio studentesco Socrates (Martines, Mazzarella, Giusto). Dopo ampia ed approfondita discussione, il Consiglio approva come

di seguito:

 

Dante Simeone, University of Twente:

 

sostituzione di Elettronica dello Stato Solidocon Introduction to solid state physics (8 crediti ECTS).Per i crediti rimanenti, si ricorda che lo studente puo'utilizzare i due crediti in eccesso dell'esame ATM switching(12 crediti ECTS) gia' approvato in sostituzione di un esame opzionale.

 

Elisa Aquilino, Fachhochschule Osnabrueck:

 

integrazione del piano di studi con gli esami Datenbanken (4.5 crediti ECTS) e RF&uW messtechnik (2.2 crediti ECTS), per la sostituzione degli esami di Fondamenti di Informatica e

Misure Elettriche.

 

Alberto Flore, Fachhochschule Zwickau:

 

sostituzione dell'esame di Misure Elettriche e di un esame opzionale con gli esami Messtechnik (7.2. crediti ECTS) e Nachrichtenmesstechnik (6 crediti ECTS) e con un lavoro di laboratorio (documentato da un attestato e da una relazione tecnica), per coprire i restanti 6.8 crediti, su cui

il Consiglio si esprimera' al ritorno dello studente.

 

Marcantonio Gagliardi, Technische Universitaet Braunschweig:

 

sostituzione dell'esame di Misure Elettriche con gli esami di Allgemeine messtechnik (3.6 crediti ECTS), Messelektronik (3.6 crediti ECTS) e Praezisionmesstechnik (2.4 crediti ECTS).

 

PUNTO 4 - Questionario valutazione didattica

 

Il Presidente illustra la scheda di valutazione della qualità didattica da parte degli studenti redatta da prof. Locci e coglie l’occasione per ringraziarlo per il lavoro svolto. (All.2)

Il Presidente pone in votazione la proposta di utilizzo della scheda alla fine di ciascun semestre per effettuare una valutazione sulla qualità didattica. I risultati e le eventuali modifiche della scheda saranno discusse al termine del primo e secondo semestre dell’A.A. 98/99.

Il Consiglio approva all’unanimità.

 

PUNTO 5- Brochure per Erasmus

 

Il Presidente presenta al Consiglio la nuova brochure Socrates (aggiornata al 30/04/’98) redatta da prof. Sanna e coglie l’occasione per ringraziarlo per il lavoro svolto. Il Presidente pone in votazione l’approvazione della brochure Socrates.

Il Consiglio approva all’unanimità.

 

PUNTO 7- Fondi tasse studenti

 

Il Presidente informa il Consiglio di una comunicazione ufficiosa giuntagli da parte del CDA, con la quale si avvisa che a causa di problemi di bilancio la quota proveniente dalla tasse studenti, destinata al CCS in Ingegneria Elettronica, sarà circa la metà rispetto a quella dell’anno scorso.

 

 

PUNTO 9- Varie ed Eventuali

 

Il Presidente comunica che ha ricevuto da parte della Segreteria Studenti la richiesta di indicare con precisione il periodo della sessione semestrale pre estiva, per evitare problemi di natura burocratica nella registrazione degli esami.

Il Consiglio delibera all’unanimità di fissare il periodo tra 1 gennaio e il 15 maggio come sessione pre estiva.

Il Presidente porta all’attenzione del Consiglio la richiesta effettuata dal’ ing. Armano di utilizzare per esercitazioni didattiche i PC del centro di calcolo.

Il Consiglio approva all’unanimità la richiesta.

 

Il Presidente illustra la richiesta effettuata da prof. Sanna di un contributo per finanziare una escursione didattica in Sardegna. (All. 3). Il Presidente ricorda come il CCS abbia già approvato, nella riunione svoltasi il 27 febbraio 1998 (Rif. Verbale n° 41), la richiesta presentata dell'ing. Giusto per il finanziamento di una escursione didattica presso alcuni impianti Telecom Italia SpA e di aver già inoltrato al Preside tale richiesta. Il Presidente, nell’ottica di consentire a tutti i gruppi di ricerca di organizzare tali iniziative, propone al Consiglio di trasmettere la richiesta del prof. Sanna al Preside indicandola come prioritaria per un prossimo finanziamento.

 

Il Consiglio approva.

 

Escono i rappresentanti degli studenti

 

PUNTO 10 -Piani attività didattica ricercatori/docenti

 

Il Presidente porta all’attenzione del Consiglio la richiesta effettuata dall’ing Serri di passaggio dal settore disciplinare I18X al settore disciplinare I17X. Uscito l’ing. Serri , il Presidente illustra brevemente la domanda e la pone in votazione.(All. 4)

il Consiglio approva all’unanimità la richiesta presentata dall’ing. Serri.

 

 

Non essendovi altro da discutere, dopo aver fissato la prossima riunione per il 25 maggio 1998 alle ore 11.00, il Presidente chiude la riunione alle ore 19.20.

 

 

 

Il Segratario Il Presidente

(prof. G. Mazzarella) (prof. G. Vernazza)